Inizia a seguire Rolex su WeChat scansionando questo codice QR.
Movimento Perpetual ad alte prestazioni Rolex

I MOVIMENTI PERPETUAL

Elogio dell’invisibile

Nascosto alla vista, gelosamente custodito all’interno della cassa impermeabile, il movimento Perpetual è invisibile a chi indossa un Oyster. Soltanto gli orologiai certificati Rolex possono accedervi grazie all’ausilio di appositi strumenti.

A quei pochi che possono vederlo, questo sublime meccanismo - noto in tutto il mondo per la sua precisione cronometrica - appare per ciò che è: un capolavoro, un complesso universo in miniatura declinato in una miriade di forme, volumi, colori e superfici, alcune lucidate, altre satinate o perlate, sempre con la massima attenzione e nel rispetto della tradizione orologiera.

Per saperne di più
Rolex Bienne - The Movement

DIVERSI MODELLI: UNA SOLA ARCHITETTURA

Precisione, resistenza e affidabilità

Movimento a carica automatica del Rolex Daytona

CRONOMETRO SUPERLATIVO

Una precisione storica

Il sigillo verde che accompagna l’orologio Rolex ne certifica lo status di Cronometro Superlativo. Questo titolo esclusivo attesta che il segnatempo ha superato con successo una serie di controlli finali specifici condotti da Rolex nei propri laboratori e secondo i propri criteri, dopo la certificazione ufficiale COSC del suo movimento. Questi test unici, che riguardano la precisione cronometrica dopo l’operazione di messa in cassa, l’impermeabilità, la carica automatica e l’autonomia, riscrivono gli standard in materia di prestazioni facendo di Rolex il riferimento dell’eccellenza per gli orologi meccanici. Il sigillo verde è accompagnato da una garanzia di cinque anni che si applica a tutti i modelli Rolex.

Sigillo di Cronometro Superlativo Rolex

L'ORGANO REGOLATORE

Il custode del tempo

In un orologio meccanico, l’organo regolatore, ossia la coppia bilanciere‑spirale, è il guardiano del tempo che, attraverso la regolarità delle proprie oscillazioni, determina la precisione di un orologio. Una coppia inseparabile quanto decisiva, concepita e realizzata grazie al magistrale savoir-faire Rolex.

Dopo cinque anni di ricerca Rolex ha creato e brevettato la spirale Parachrom blu. Realizzata a partire da una lega paramagnetica, non subisce l'influenza dei campi magnetici e presenta una resistenza agli urti dieci volte superiore alle spirali tradizionali. Il particolare colore blu della spirale del bilanciere è storicamente sinonimo di prestigio riservato solo ai segnatempo più esclusivi.

Spirale Parachrom Rolex
Dispositivo anti-urto Rolex
Paraflex
pa • ra • flex
  1. Dispositivo anti-urto estremamente efficace sviluppato e brevettato da Rolex nel 2005.
  2. Aumenta del 50% la resistenza agli urti degli orologi Rolex.
  3. L’innovativa struttura della molla, realizzata con modelli tridimensionali dinamici, fa sì che essa rimanga sempre saldamente posizionata e che non subisca deformazioni.
  4. Sottoposto a innumerevoli prove d’urto e misurazioni in laboratorio.
  5. Un componente minuscolo che fa una differenza enorme.
  6. La tecnologia al servizio dello stile.
  7. Lo stile Rolex.

MECCANISMO DI SCAPPAMENTO

La chiave del tempo

Ti sei mai chiesto perché un orologio fa "tic toc"? Il caratteristico suono è prodotto dal meccanismo di scappamento, una componente strategica del movimento che svolge un ruolo fondamentale nella misurazione del tempo. Ad ogni "tic" un dente della ruota di scappamento si blocca su una delle palette dell'ancora. Rilasciata dal movimento dell'organo regolatore, l'ancora successivamente "libera" la ruota, che si bloccherà a questo punto sulla seconda paletta: ed ecco il "toc".

L'ancora continua a seguire il suo movimento pendolare contro i denti obliqui della ruota di scappamento per ben 28.800 volte l'ora, ossia 14.400 "tic" e 14.400 "toc", per un totale di 250 milioni l'anno. Questo è il fulcro del movimento Perpetual, il cuore pulsante della precisione cronometrica di Rolex.

Scappamento Rolex

L'ORIGINE
DELLA DESIGNAZIONE

Lo sapevi?

"Superlative chronometer officially certified"

In passato, per attestare la loro elevata precisione, gli orologi potevano essere certificati come cronometri dai propri produttori, una consuetudine che spesso dava luogo ad abusi. Per garantire la qualità dei propri cronometri, Rolex scelse di farli certificare in modo ufficiale, nonostante i costi e il tempo che questo richiedeva. Per sottolineare questa scelta, alla fine degli anni '30, il Marchio modificò l'iscrizione sui quadranti dei propri orologi da "Chronometer" (cronometro) a "Officially Certified Chronometer" (cronometro ufficialmente certificato). Nel 1951, la certificazione ufficiale divenne obbligatoria. Rolex decise allora di distinguersi ulteriormente cercando di ottenere certificati avec mention, rilasciati ad orologi dalle prestazioni superiori. Secondo le regole in vigore all'epoca, i movimenti che superavano i test di precisione dimostrando qualità superiori ricevevano un certificato che ne attestava i "risultati particolarmente positivi". Alla fine degli anni '50, Rolex lanciò una nuova generazione di movimenti fino a tre volte più precisi dei requisiti necessari per ottenere un certificato avec mention.

Per descrivere queste eccezionali qualità, Rolex introdusse la nozione di “Superlative Chronometer” (cronometro superlativo). Questa designazione venne aggiunta all'iscrizione utilizzata fino a quel momento sui quadranti per costituire l'ormai celebre dicitura “Superlative Chronometer Officially Certified”. La certificazione cronometrica avec mention è stata utilizzata fino al 1973. Ma l'iscrizione formulata da Rolex rimane a ricordare la ricerca dell'eccellenza e il ruolo pionieristico del Marchio nell'ambito della precisione cronometrica.

Per saperne di più
Cronometro Superlativo Rolex