professional_watches_milgauss_video_cover_0001_1920x1080.mp4

Milgauss

Onore alla scienza

Milgauss

Il Rolex Milgauss fu progettato per rispondere alle esigenze della comunità scientifica ed è in grado di resistere a campi magnetici fino a 1.000 gauss. Per alterare l’affidabilità e la precisione di un orologio meccanico standard è sufficiente un campo magnetico da 50 a 100 gauss.

Molti scienziati, tuttavia, nel corso delle loro ricerche entrano in contatto con campi magnetici di intensità molto maggiore. La soluzione presentata da Rolex per ovviare a questo problema fu il Milgauss, un orologio unico nel suo genere in grado di resistere a campi magnetici di 1.000 gauss: da qui l’origine del suo nome. Il modello viene adottato in particolare dagli scienziati dell’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN), con sede a Ginevra.

Il design

Un’identità
unica

In linea con la propria eredità scientifica

Pur perfezionandosi, il Milgauss è rimasto fedele alla propria eredità scientifica e alla propria identità unica. Le linee pulite e l’inconfondibile lancetta dei secondi a forma di saetta color arancio, che trae ispirazione dal modello originale, lo rendono riconoscibile al primo sguardo.

Il Milgauss presenta indici delle ore luminescenti bianchi o arancio. Il vetro zaffiro color verde produce un leggero riflesso che migliora la leggibilità del quadrante. Un’altra peculiarità Rolex.

Le caratteristiche

Resistenza
alle interferenze
magnetiche

La prima innovazione che garantisce la resistenza alle interferenze magnetiche del Milgauss è costituita dalla campana posta all’interno della cassa Oyster. Realizzata in speciali leghe ferromagnetiche selezionate da Rolex, ha il compito di avvolgere e proteggere il movimento. Una lettera “B” con una freccia (simbolo della densità del flusso magnetico) incisa su questo particolare dispositivo è accessibile solo allo sguardo degli esperti orologiai Rolex.

Il Milgauss è dotato del calibro 3131, un movimento meccanico a carica automatica interamente sviluppato e prodotto da Rolex, che integra le tecnologie all’avanguardia brevettate dal Marchio per garantire una straordinaria resistenza alle onde magnetiche.

Diversi componenti essenziali del movimento del Milgauss di nuova generazione sono realizzati con materiali paramagnetici particolarmente innovativi come nel caso della spirale Parachrom blu. Tali componenti sono interamente sviluppati e prodotti da Rolex grazie all’impiego di tecnologie avanzate e a una gestione efficace dell’intero processo di produzione.

professional_watches_milgauss_the_rolex_way_0001.mp4

L’universo

All’avanguardia
nella ricerca
scientifica

1956, IL CERN

Il più grande laboratorio, la più infima particella

Precursore dei tempi, l’Oyster Perpetual Milgauss è un orologio sviluppato nel 1956 per resistere ai campi magnetici, adottato in particolare dagli scienziati e dagli ingegneri dell’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN), il laboratorio internazionale di fisica nucleare più rinomato al mondo, che ospita il Grande Collisore di Adroni (LHC), ovvero l’acceleratore di particelle più grande e potente mai esistito.

1956

Il primo Milgauss

L’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN) è un centro d’avanguardia nella ricerca scientifica che indaga i grandi misteri dell’universo. Negli anni ’50, il CERN è stato uno dei primi istituti scientifici a confermare che il Milgauss è in grado di resistere a campi magnetici di 1.000 gauss.

IL CERN

Il laboratorio si trova vicino a Ginevra, lungo il confine tra la Svizzera e la Francia

Ogni Rolex
ha una storia
da raccontare

Tim Henman

Prova

il Milgauss

in negozio

Per comprendere cosa significhi indossare un orologio Rolex – l’accuratezza meticolosa dei dettagli, il peso perfettamente bilanciato, il comfort ottimale al polso – non c’è modo migliore che provarlo.

Vedi tutti i rivenditori
No Authorized Retailers were found in your Location

Configura il tuo
Milgauss

Potrebbe piacerti anche...

Perpetual

“Perpetual” è più di una parola su un quadrante, è uno spirito che guida ogni nostra azione.