Dall’esplorazione alla tutela dell’ambientePerpetual Planet

Un laboratorio a cielo aperto

Per il fondatore di Rolex, Hans Wilsdorf, il mondo rappresentava un laboratorio a cielo aperto. Cominciò a collaudare i suoi orologi in condizioni reali sin dagli anni ’30, facendoli utilizzare nei luoghi più estremi, al polso dei pionieri che partivano alla scoperta dell’ignoto. Oggi il mondo è cambiato.

Con l’avanzare del XXI secolo, le esplorazioni, prima mosse da un semplice desiderio di scoperta, diventano sempre più un modo di preservare il mondo naturale. Rolex continua a far vivere l’eredità del suo fondatore sostenendo gli esploratori contemporanei e la loro nuova missione: assicurare al pianeta un avvenire perpetuo.

L’Everest

Gli orologi Rolex hanno preso parte ad alcune delle più grandi avventure dell’umanità. Una di queste fu la spedizione sull’Everest del 1953 condotta da Sir John Hunt, che vide Sir Edmund Hillary e Tenzing Norgay raggiungere per primi la vetta della montagna più alta del mondo. In omaggio all’eccezionalità dell’impresa compiuta, quello stesso anno Rolex lanciò l’Explorer.
 

Il Trieste

Il 1960 vide la realizzazione di un’impresa storica per l’esplorazione delle profondità marine, impresa a cui prese parte un orologio Rolex sperimentale, il Deep Sea Special. L’orologio venne fissato all’esterno del batiscafo Trieste che, pilotato dall’oceanografo svizzero Jacques Piccard e dal tenente della Marina americana Don Walsh, si immerse fino alla profondità di 10.916 metri, un record per l’epoca, nella fossa delle Marianne.
 

Deepsea Challenge

Nel 2012, il regista ed esploratore James Cameron realizzò la prima immersione in solitaria nel punto più profondo dell’oceano, la fossa delle Marianne, a bordo del sommergibile DEEPSEA CHALLENGER, realizzato appositamente per questa missione, raggiungendo la profondità di 10.908 metri. All’esterno dello scafo era fissato un orologio sperimentale Rolex Deepsea Challenge, che si dimostrò perfettamente funzionante anche in condizioni di pressione estrema.
 

Under the Pole

Deepsea Under the Pole by Rolex è stata una spedizione pionieristica intrapresa nel 2010 al fine di esplorare la parte sommersa dell’Artide. Di tutta la strumentazione utilizzata, soltanto gli orologi Rolex Deepsea hanno continuato a funzionare correttamente durante l’intera spedizione. Nel 2017 è stata la volta della spedizione Under The Pole III, che ha portato ad esplorare gli oceani dall’Artide all’Antartide con l’obiettivo di studiare l’equilibrio climatico e il fenomeno della bioluminescenza, oltre che per migliorare le tecniche di esplorazione sottomarina e incoraggiare le generazioni future a fare altrettanto.
 

Perpetual Planet

Da quasi un secolo Rolex sostiene esploratori e pionieri nelle loro imprese che oltrepassano i limiti del possibile. Attraverso la campagna Perpetual Planet, lanciata nel 2019, Rolex si impegna a sostenere a lungo termine gli esploratori e le loro iniziative per proteggere la natura.

Inizialmente l’azione del Marchio si concentrerà sui Rolex Awards for Enterprise e sulle partnership con la National Geographic Society e l’iniziativa Mission Blue di Sylvia Earle. Ma questo è solo l’inizio.

National Geographic

L’esplorazione è da sempre alla base della collaborazione tra Rolex e National Geographic, risalente al 1954. Le spedizioni realizzate nell’ambito della missione Perpetual Planet Extreme Expeditions offrono l’opportunità di unire la forza della scienza, il fascino della scoperta e la magia della narrazione per rivelare e condividere uno sguardo nuovo su un mondo in perpetua evoluzione.
 

Rolex Awards for Enterprise

Dal 1976 il Marchio sostiene le iniziative di alcuni dei più straordinari individui al mondo attraverso i Rolex Awards for Enterprise. Gli oltre 140 Vincitori hanno raggiunto risultati eccezionali in termini di scoperte, impegno e innovazione nell’ambito della scienza, dell’esplorazione, della salute e della tutela del patrimonio naturale e culturale. Il loro spirito di iniziativa rende il mondo un posto migliore.
 

Mission Blue

Sylvia Earle, oceanografa di fama mondiale e Testimonial Rolex di lunga data, è una pioniera delle immersioni in profondità. Con più di 50 anni di esplorazione subacquea alle spalle, è un’attiva sostenitrice degli oceani e dei loro vulnerabili ecosistemi. La sua iniziativa Mission Blue sta risvegliando l’interesse del pubblico per la salvaguardia degli oceani. La collaborazione di Sylvia Earle con Rolex ha avuto inizio nel 1970, quando l’oceanografa ricevette il suo primo Rolex.
 

Perpetual Planet